PARIGI (FR)

 CATTEDRALE NOTRE DAME

ORGANO CAVAILLé-COLL - 1868

 


 

Notizie

 

La costruzione del primo organo in Notre Dame è da ricondurre nel XII° secolo da parte di Lèonin compositore d'organo, qualificato ottimo organista e fondatore della scuola Notre Dame. Si trattava probabilmente di un piccolo strumento posto nel coro.

Nel corso del XIII secolo fu sostituito da un nuovo strumento. Nel 1330 i registri della cattedrale menzionano il pagamento di uno stipendio ad un'organista. Qualche anno più tardi compare il nome di Jean de Bruges organista, che potrebbe anche essere il costruttore dell'organo. Lo strumento era sospeso a "nido di rondine" sotto una finestra alta della navata. Si tratta di un organo ancora modesto di 6 piedi con una sola tastiera avente da 4 a 6 canne per nota.

Nel 1401 venne deciso di costruire un nuovo organo sulla tribuna di pietra sopra il portale. E' l'organo cosiddetto Medioevale che si sviluppò dal 1403 al 1730. Lo strumento realizzato da FREDERIC SCHAMBANTZ è completato nel 1403 ed è composto da una sola tastiera. Nel 1610 a opera di VALERAN HEMAN fu aggiunta dapprima una seconda tastiera e nel 1620 una terza. Ulteriori modifiche avvennero nel 1648 ad opera di PIERRE THIERRY e nel 1672 da parte di JACQUES CAROUGE che aggiunse la quarta tastiera ed infine un nuovo intervento da parte di ALEXANDRE THIERRY e HIPPOLYTE DUCASTEL nel 1691.

Tra il 1730 ed il 1838 si sviluppò l'organo classico. Nel 1730 venne deciso di ricostruire a nuovo il Grand'organo di Notre-Dame. Fu designata la ditta di FRANCOIS THIERRY. Lo strumento interamente ripensato consta nel 1733 di 5 tastiere, una tastiera detta Bombarda viene aggiunta alle altre quattro. Le tastiere contano 50 note  ed il pedale viene rinforzato. Nel 1788 FRANCOIS-HENRI CLICQUOT interviene a Notre-Dame. Questo grande costruttore modifica la cassa per creare più spazio per il Positivo. Dei registri vengono rifatti a nuovo ed altri aggiunti aggiunti. Durante la Rivoluzione Francese malgrado qualche attacco iconoclastico il grande organo viene salvato ed utilizzato per le feste. I successivi lavori di ripristino della Cattedrale ad opera dell'architetto Viollet-le-Duc alterano lo strumento. L'organaro LOUIS-PAUL DALLERY nel 1838 modificò la manticeria per compensare le alterazioni dello strumento.

L'organo Symphonique e moderno. Lo stesso Viollet-le-Duc da mandato ad ARISTIDE CAVAILLE-COLL per costruire un grande strumento degno della cattedrale. Il lavoro iniziato nel 1864 finì nel 1868 con un nuovo strumento sinfonico di 86 registri suddivisi in 5 tastiere di 56 tasti ed una pedaliera da 32 tasti, composto da 7800 canne di cui 900 considerate storiche (rivenienti dallo strumento preesistente). Nel 1904 CHARLES MUTIN su indicazioni di Louis Vierne modificò il taglio di certi bassi armonici. Nel 1924 la manticeria fu elettrificata ed a partire dal 1963 fino al 1970 ad opera delle ditte JEAN HERMANN e ROBERT ET JEAN-LOUP BOISSEAU sotto indicazione del grande organista Pierre Cochereau lo strumento venne nuovamente modificato ingrandito e modernizzato (nuovi registri al pedale, Plenum di 32', ancie al Grand-choeur, aggiunta di un piccolo Recit Classico, trasmissione elettrica (e non più meccanica con macchina Baker) combinatore elettronico, nuova console).

Dal 1990 al 1992 è stato oggetto di una nuova completa ristrutturazione a cura di JEAN-LOUP BOISSEAU, BERTRAND CATTIAUX, PHILIPPE EMERIAU, MICHEL GIROUD et la societè SYNAPTEL, che ha permesso di ripristinare la sonorità sinfonica originale dell'organo Cavaillè-Coll con l'aggiunta di due "jeux en chamade" per coronare il "Tutti Cavaillè-Coll". E' stata soppressa la vecchia trasmissione elettrica con tutti i suoi numerosi cablaggi sostituita da una trasmissione informatica per dotare lo strumento di infinite possibilità in materia di combinazioni e trasferimento di giochi tra le varie tastiere.

Ad ogni epoca l'organo di Notre-Dame fu aggiornato con le migliori tecniche disponibili, ma ogni organaro cercò di conservare i migliori strati antecendenti sicchè tutt'oggi risuona ancora qualche canna dell'epoca medioevale. Al giorno d'oggi il grande organo di Notre-Dame è il risultato del matrimonio tra un patrimonio organistico storico immenso, una fattura artigianale di altissimo livello e le più moderne tecniche dell'elettronica.

--------

L'attuale Cassa è opera di Francois Thierry. Costruita nel 1733 nello stile Luigi XV, in sostituzione di quella medievale del 1403, era associata alla vecchia Cassa del "positif de dos" di Valeran de Heman (1620). Nel 1788, Clicquot sostituirà questa cassa con una nuova in stile Luigi XVI che unita alla balaustra in ferro forgiato fu elimintata da Cavaillè-Coll nel 1868. Da allora eccetto per quanto riguarda la consolle l'aspetto dell'organo resta immutato.

 


Composizione Fonica

 

GRAND-ORGUE - 1.a Tastiera    
 
56 notes          
           
Violonbasse 16      
Bourdon 16      
Montre 8      
Viole de Gambe 8      
Flute Harmonique 8      
Bourdon 8      
Prestant 4      
Octave 4      
Doublette 2      
Fourniture harmonique  II-V file        
Cymbale harmonique  II-V file        
Bombarde  (rèelle au 1er ut) 16      
Trompette 8        
Clairon 4        
           
Chamades Gran-orgue          
Trompette 8        
Clairon 4        
           
Chamade Recit          
Trompette 8        

 

POSITIF - 2.a Tastiera    
 
56 note        
         
Montre 16        
Bourdon 16        
Salicional 8        
Flute Harmonique 8        
Bourdon 8        
Unda Maris 8        
Prestant 4        
Flute douce 4        
Nazard 2 2/3        
Doublette 2        
Tierce 1 3/5        
Fourniture  V file          
Cymbale  V file          
Clarinette 16        
Cromorne 8        
Clarinette aiguè 4        

 

RECIT - 3.a Tastiera    
 
56 note          
           
Quintaton 16        
Diapason 8        
Viole de gambe 8        
Voix céleste 8        
Flùte traversiére 8        
Bourdon céleste 8        
Octave 4        
Flùte octaviante 4        
Quinte 2 2/3        
Octavin 2        
Bombarde 16        
Trompette 8        
Clairon 4        
Basson-hautbois 8        
Clarinette 8        
Voix Humaine 8        
Tremolo          
           
Récit CLassique - Fa2 à Sol5          
Dessus de Cornet V          
Dessus de Hautbois 8        
           
Chamades Rècit          
Trompette 8        
Clairon 4        
Règale 2 / 16        
           
Chamades Grand-orgue          
Trompette 8        
Clairon 4        

 

SOLO - 4.a Tastiera      
     
56 note      
       
Bourdon (au 2° ut) 32      
Principal 16      
Principal 8      
Flute harmonique 8        
Quinte 5 1/3        
Prestant 4        
Tierce 3 1/5        
Nazard 2 2/3        
Septième 2 2/7        
Doublette 2        
Cornet  II à V file          
Fourniture  III file          
Fourniture  V file          
Cymbale  V file          
Cromorne 8        
           
Chamades Grand-orgue          
Trompette 8        
Clairon 4        

 

GRAND-CHOEUR - 5.a Tastiera    
 
56 note          
           
Principal 8      
Bourdon (a) 8      
Prestant (b) 4      
Nazard (c) 2 2/3      
Doublette (d) 2      
Tierce (e) 1 3/5        
Larigot 1 1/3        
Septieme 1 1/7        
Piccolo 1        
Plein jeu   IV file          
Tuba Magna 16        
Trompette 8        
Clairon 4        
Cornet (richiamo dei giochi a.b.c.d.e)          

 

PEDALE    
 
Somiere Cavaillè-Coll - 30 note          
           
Principal 32      
Contrebasse 16      
Soubasse 16      
Quinte 10 2/3      
Flute 8      
Violoncelle 8        
Tierce 6 2/5        
Quinte 5 1/3        
Septième 4 4/7        
Octave 4        
Contre-Bombarde 32        
Bombarde 16        
Basson 16        
Trompette 8        
Basson 8        
Clairon 4        
           
Somiere Boisseau - 32 note          
           
Bourdon 8        
Flute 4        
Tierce 3 1/5        
Nazard 2 2/3        
Flute 2        
Tierce 1 3/5        
Larigot 1 1/3        
Piccolo 1        
Fourniture   III file          
Cymbale   IV file          
Chalumeau 4        
Clairon 2        
           
Chamades G.O. 8 et 4          
Chamades Rècit 8, 4, 2/16          

 

Accouplements: II/I, III/I, IV/I, V/I; III/II, IV/II, V/II; IV/III, V/III; V/IV
Octave grave général: (met en 16 sur le clavier de Grand-orgue tous les accouplements en 8 appelés sur ce clavier)
Inversion des claviers: inversion Positif/Grand-Orgue
Tirasses: Grand-orgue, Positif, Rècit, Solo, Grand-Choeur en 8; Positif en 4, Recit en 4, Solo en 4
Octaves graves et octaves aigues: a chaque clavier, Pedalesur elle-meme en 4
Appel d'anches: Pedale, Grand-orgue, Positif, Recit, Grand-Chouer
Coupure Pedale: ajustable entre sol1 et sol2 (partie grave : jeux de pedale / partie aiguè : tirasse)
Division Pedale: ajustable entre sol1 et sol2 (partie grave : pedale Cavaille-Coll et tirasse / partie aigue : pedale Boisseau)
Sostenuto à chaque clavier ed pédale
Nombre illimité de combinaisons générales per collections de 5400

 


 

Ulteriori immagini

 

     
   
         
   
         
       
         
    Concerto di Natale 2008

Oliver Latry - Organo