Home ] Introduzione ] Storia ] [ Glossario ] Com'è fatto ] Immagini & Notizie ] Concerti ] Links ] Novità ]


 

GLOSSARIO

 

Ecco un piccolo GLOSSARIO per permettere anche ai non addetti ai lavori di tradurre la terminologia tecnica e muoversi con più padronanza in questo e negli altri siti sull'organo.

 

ACCOPPIAMENTO Dispositivo collocato nella consolle allo scopo di permettere all'organista l'uso contemporaneo di registri normalmente appartenenti ad una tastiera diversa da quella su cui conduce l'esecuzione. Gli accoppiamenti più comuni sono le unioni, attraverso le quali ciascun tasto della tastiera da accoppiare viene associato esattamente al medesimo di quello si cui si sta suonando, ricevendone il movimento
ANCIA Nella canna detta "ad ancia", la linguetta (normalmente in ottone) viene fatta vibrare dall'aria immessa. Le dimensioni, lo spessore e la curvatura dell'ancia sono determinanti per la formazione del suono. 
ANIMA Nella canna labiale è il diaframma metallico che separa il piede dal corpo. Il profilo, lo spessore e l'inclinazione dell'anima sono importanti per la produzione del suono.
ARMONICO Ciascuno dei suoni secondari che, col fondamentale, concorrono a formare un suono non puro. Ha frequenza multipla intera di quella del suono fondamentale.
BAFFO Aletta accessoria posta lateralmente alla bocca della canna labiale per modificarne l'intonazione e/o l'accordatura.
BOCCA Caratteristica apertura nel corpo della canna labiale in corrispondenza dell'anima. La conformazione e le dimensioni della bocca sono determinanti nella formazione del suono.
CAMPATA / CAMPO Il campo è lo spazio delimitato da elementi architettonici come pilastri, lesene, ecc. contenente un gruppo di canne di prospetto; la campata ne è una eventuale suddivisione, riconoscibile da un diverso andamento geometrico di una parte delle canne.
CANALETTO Incavo in metallo o rarametne in legno innestato nella noce e sul quale è distesa l'ancia trattenuta da un cuneo. La forma del canaletto ed il materiale scelto per la sua costruzione sono importanti nella produzione del suono.
CANNA L'elemento risonatore caratteristico dell'organo costruito in legno o metallo. In essa avviene la trasformazione dell'energia pneumatica in vibrazione sonora musicalmente perfetta.
La canna può essere:
-
ad anima - labiale - si compone di piede, corpo e anima; il funzionamento avviene secondo il principio del flauto, ossia attraverso la risonanza dell'aria contenuta nel corpo, posta in vibrazione da un flusso d'aria immessa, opportunamente guidato
-
ad ancia - si compone di piede, tuba e noce; il funzionamento avviene attraverso la vibrazione dell'ancia amplificata dall'aria contenuta nella tuba
CASSA Costruzione in legno contenente le canne dell'organo ed ogni sua parte.
CANALE Divisione interna del somiere. Secondo il tipo di costruzione si ottengono canali di tasto, dai quali l'aria presente all'atto della pressione dei tasti viene successivamente divisa per registro (metodo impiegato nel somiere "a tiro") oppure canali per registro muniti di singole valvole per ciascuna canna, canali in cui l'aria è presente solo se il registro interessato è inserito.
CATENACCIATURA Complesso di fili metallici, verghette lignee, leve, squadre, bilancieri e vari meccanismi di rinvio che negli organi a trasmissione meccanica hanno il compito di trasferire i movimenti dai tasti ai ventilabri.
COMPOSIZIONE FONICA L'insieme dei registri di cui si compone un organo a canne e di cui ne determina l'impronta stilistica dal punto di vista sonoro.
CONSOLLE Termine internazionale d'origine francese che indica il complesso dei comandi dell'organo a disposizione diretta dell'organista e cioè tastiera, pedaliera, leve/pomelli per la scelta dei registri e (eventualmente) di loro combinazioni. La consolle può essere a finestra o a nicchia (soluzione adottata negli organi antichi) indipendente o mobile.
CORISTA Canna che funge da diapason (da riferimento) in base alla quale viene fissata l'altezza dei vari suoni attraverso l'accordatura
CORPO Nella canna ad anima la parte superiore generalmente cilindrica, conica oppure ad imbuto. La forma e le dimensioni del corpo determinano quale gamma di armonici vengono amplificate dalla canna, ossia il timbro e l'altezza del suono emesso
CORPO D'ORGANO Insieme delle canne e dei somieri corrispondenti a cui si possa attribuire una fisionomia sonora specifica in relazione alla collocazione e/o ai tipi di registri che lo compongono (Grand'organo, Positivo, Tergale, Espressivo); normalmente ad ogni corpo d'organo corrisponde una delle tastiere oppure la pedaliera.
CRIVELLO Piano forato in legno o cartone oppure cuoio che serve per tenere le canne perpendicolari al piano d'appoggio sul somiere
ELETTROVENTILATORE Apparecchio composto da una ventola carenata in asse ad un motore elettrico installato per fornire l'aria necessaria all'organo in sostituzione o in alternativa alle pompe manuale (cfr. anche mantice). Gli elettroventilatori per gli organi sono realizzati secondo specifici criteri d'insonorizzazione e riduzione delle turbolenze
FACCIATA cfr. Prospetto
FRENO Accessorio in legno o metallo in forma di lastra o tondo cilindrico eventualmente posto davanti alla bocca della canna labiale per modificarne l'intonazione.
GELOSIE / GRIGLIE Ante mobili collocate davanti ad un gruppo di canne o ad un corpo d'organo comandate in apertura ed in chiusura in maniera graduale attraverso un pedale per ottenere sfumature di sonorità e volume.
INTONAZIONE Procedura di messa a punto di ciascuna canna in maniera che essa generi in modo pronto ed efficace il suono nel timbro e nell'intensità per cui è stata costruita, per estensione, la qualità del suono emesso dalla canna.
L'intonazione, l'armonizzazione fra i vari registri e l'accordatura, sono le operazioni che qualificano artisticamente la costruzione ed il restauro degli organi.
MANTICE Contenitore a volume variabile, destinato a generare l'aria necessaria all'organo oppure a mantenerla a pressione costante od infine a compensare i cali d'aria. I mantici sono collegati fra loro ed ai somieri attraverso canalizzazioni solitamente in legno (chiamate portavento oppure canali) e vengono costruiti normalmente in una delle seguenti versioni:
-
a cuneo - le pieghe del mantice si aprono a ventaglio; nel caso in cui esso funzioni da pompa manuale l'aria viene convogliata verso il punto più basso dello spicchio
-
a lanterna - le tavole del mantice sono unite da pieghe parallele e il loro movimento si conserva perpendicolare ad esse sia in pressione che in decompressione
-
a vasca - il mantice ha una sola tavola in movimento di formato ridotto rispetto all'intelaiatura e collegata ad essa da grandi fasce ed angoli in pelle o tela.
NOCE Nella canna ad ancia il monoblocco in metallo o legno che funge da supporto alla base della tuba e in cui sono innestati il canaletto e l'ancia.
PEDALIERA Sistema di leve di legno in uso sin dal secolo XIV che l'esecutore abbassa con il tacco o la punta del piede.
PIEDE (1) La parte inferiore della canna d'organo generalmente conica.
PIEDE (2) Antica unità di misura lineare delle canne d'organo. Equivale a 324,84 mm. Generalmente è indicato con un numero arabo seguito da un apostrofo (p. es. 8'). Teoricamente la lunghezza della prima canna di un registro di 8' si ottiene moltiplicando 8' x 324,84 mm = circa 2,6 m. un pratica per una legge fisica di compensazione per una canna cilindrica tale valore si riduce a circa 2,3 m.
PRESSIONE E' la differenza fra l'aria immessa nei somieri e quella atmosferica. La pressione viene creata e mantenuta costante nei mantici.
PRINCIPALE Suono base dell'organo dal timbro apparentemente neutro ma in realtà ricchissimo di colore e sfumature. Viene esaltato dal ripieno del quale costituisce la base e contrapposto ai registri strumentali grazie anche alle sue qualità "corali".
PROSPETTO Chiamato anche facciata o mostra, è l'insieme delle canne in vista e degli elementi architettonici della cassa che le contengono. Il prospetto può assumere innumerevoli fisionomie, praticamente diverse da strumento a strumento, per cui può essere definito come "il volto" dell'organo.
REGISTRO Fila di canne aventi tutte lo stesso timbro, per estensione si definisce registro anche il meccanismo deputato a comandare l'inserimento e il disinserimento secondo la volontà dell'organista.
RIPIENO Il suono caratteristico e magniloquente dell'organo ottenuto da varie file di canne con un timbro basato su quello del principale ma sempre più acute. MEscolando sapientemente le varie file di Ripieno si ottengono numerosi effetti diversi. La qualità maggiore di tale registro non è la potenza ma la "presenza" la luminosità e la ricchezza timbrica.
RITORNELLO Un salto all'indietro della fila di canne ripetendo una o più volte il tratto di gamma già percorso.
SEGRETA Nei somieri costruiti secondo la tecnica del Canale di tasto è la cassa d'aria circostante i ventilabri da cui avviene la prima distribuzione in base ai tasti premuti.
SOMIERE E' la parte più complessa dell'organo, il suo compito è quello di ricevere l'aria e di distribuirla alle canne attraverso valvole di varia natura. 
Nei moderni organi meccanici il somiere viene costruito abitualmente costruito "a tiro" nel quale il passaggio dell'aria alle canne di uno stesso registro viene permesso o impedito da una stecca di legno forata.
TASTIERA Insieme di piccole leve che nell'organo meccanico trasmettono direttamente o per mezzo di catenacciature il movimento impresso dalla mano dell'organista al ventilabro che lascia filtrare l'aria nella canna.
TOCCO Sensazione tattile che prova l'esecutore all'atto dell'abbassamento del tasto. Fra i numerosi elementi che concorrono alla sua formazione grande importanza hanno la resistenza iniziale dovuta alla molla che sostiene il ventilabro, la sezione del canale di tasto coperta dal ventilabro stesso in relazione alla pressione dell'aria nella segreta, l'inerzia indotta dalla catenacciatura.
TRASMISSIONE Impianto che convoglia il movimento dal tasto al ventilabro oppure ad altro tipo di valvola, eventualmente convertendolo in un segnale pneumatico od elettrico ed effettuando la necessaria riconversione a destinazione. Negli organi meccanici la trasmissione è sinonimo di catenacciatura.
TUBA La parte superiore della canna ad ancia funzionalmente equivalente al corpo della canna labiale. Generalmente di forma a imbuto/piramide rovesciata oppure cilindirca ma spesso anche composita. 
TREMOLO Effetto sonoro costituito da una variazione periodica di frequenza associata ad una d'intensità. Si definisce con lo stesso termine anche il dispositivo generante questo effetto che può essere costruito in svariati modi, ad esempio in maniera da provocare fughe d'aria bruscamente interrotte oppure ingenerando sbalzi di pressione su un mantice mettendone la tavola in moto periodico.
UNIONE cfr. Accoppiamento.
VALVOLE A TENDINA Valvola posta fra l'elettroventilatore ed i mantici all'interno della quale una saracinesca a tendina regola l'afflusso dell'aria. La tendina è collegata al mantice per mezzo di fili e leve oppure carrucole che trasformano il movimento verso l'alto del mantice nell'abbassamento della tendina, cosicchè essa, quando il mantice è abbassato consente il passaggio della massima quantità d'aria, mentre durante il caricamento si abbassa gradualmente inibendone l'afflusso.
VENTILABRO Valvola longitudinale che, azionata dall'organista, immette l'aria compressa dalla segreta nel canale del tasto corrisponde all'interno del somiere facendo suonare le canne dei registri aperti.

 

Torna ad inizio pagina

 

Home ] Introduzione ] Storia ] [ Glossario ] Com'è fatto ] Immagini & Notizie ] Concerti ] Links ] Novità ]


Per informazioni e comunicazioni scrivere a: organo.a.canne@hotmail.it

Pagina aggiornata a giovedì 29 gennaio 2009