DOMEGGE DI CADORE - BL (I)

PIEVE DI S. GIORGIO

ORGANO FRANCESCO TESSICINI  (1853/54)

 


 

Scheda Tecnica

 

Facciata di 41 canne di cui solo le 23 centrali, disposte a cuspide, sono suonanti mentre le rimanenti 18, poste ai due lati e distribuite ad ala, sono vere ma mute.

Tastiera cromatica di 54 tasti (Do1 / Fa5) e pedaliera a leggio, anch’essa cromatica, di 20 tasti (Do1 / Sol2) con 12 note reali, costantemente unita al manuale. Divisione tra bassi e soprani ai tasti Do3 – Do#3.

Registri azionati da pomelli a tiro, distribuiti su due colonne a destra della tastiera, secondo la seguente disposizione:

L’organo è stato costruito da Francesco Tessicini “fabbricatore d’organi in Roma” nel 1853/54 (la data non è certa perché in fondo alla secreta del somiere maestro è indicato il 1854 mentre su una tavola dei mantici si trova scritto 1853) per una chiesa di Roma.

Nel 1900 questo strumento fu acquistato dalla fabbriceria parrocchiale e quindi trasferito nella pieve di S. Giorgio di Domegge di Cadore. E’ un singolare esempio di organo di scuola romana presente in Cadore.

 


 

Composizione Fonica

 

Voce umana [dal Do#3]      Principale Bassi  8
Viola 4 Principale Soprani 8
Flauto 8’ Soprani  Principale II (dal Do2) 8
Flauto in VIII^ Soprani   Ottava Bassi  4
Flauto in XII^ [dal Do#3] Ottava Soprani 4
Decimino [dal Do#3]  Ottava II (dal Do2) 4
Musette Bassi  8 Decima Quinta 2
Musette Soprani  8 Decima Nona
Clarino  Soprani 8 Vigesima Seconda 
Clarino  Bassi 8 Vigesima Seconda II
Principale  [al pedale]  8 Vigesima Sesta
Bordone  [al pedale]  8 Vigesima Nona (due file)
Bombardone  [al pedale]  8 Ottava di contrabbassi (al pedale) 16

 

Accessori: 
Tiratutti a manovella e doppio pedale 

 


fonte dati e immagini: www.organincadore.it